post

Final Eight Coppa Italia 2015 di Pallamano

Anche quest’anno ci sono le Final Eight di coppa italia 2015 di pallamano maschile. Oggi (28 febbraio 2015 si giocano le semifinali)

Non ci si apsettava l’eliminazione dei campioni uscenti della Junior Fasano battuti per 25 a 23 dal Pressano ma anche i padroni di casa del Teamnetwork Albatro sono stati sconfitti dal Romagna Handball per 23 a 21.

Il Terraquila Carpi ha sconfitto il Fondi con un risultato netto 34 a 21 ma ancora piu’ ampio e’ il risultato del Bolzano che ha sconfitto l’Ambra per 43-29.

QUARTI DI FINALE

h 14:00 | Terraquilia Carpi – Fondi 34-21 (p.t. 18-12)
Terraquilia Carpi: Malavasi, Vaccaro 6, Di Matteo 4, Pieracci 3, Rui 1, Giannetta 5, Molina 3, Di Marcello, Beltrami, Carrara 2, Ceso 3, Opalic, Beharevic 2, Basic 5. All: Davide Serafini
Fondi: Conte, D’Angelis, D’Ettorre 4, Di Cicco, Di Manno G. 3, Gionta, Lauretti 2, Marcone, Milosevic 8, Muffini, Pestillo 3, Pinto, Riccardi 1. All: Giacinto De Santis
Arbitri: Dionisi – Maccarone

h 16:00 | Bozen – Ambra 43-29 (p.t. 22-12)
Bozen: Dallago 4, Gaeta 7, Innerebner 2, Kammerer 3, Picher 4, Radovcic 7, Spocic, Turkovic 8, Waldner 4, Pirmaper, Willeit, Jurina, Starcevic 4, Tsilimparis. All: Alessandro Fusina
Ambra: Ballini 1, Chiaramonti 3, Carmignani, Maraldi 7, Dei 4, De Stefano 1, Di Marcello, Mannori, Morini 1, Munda, Djordjievic 10, Benelli, Liccese 2. All: Roberto Morlacco
Arbitri: Simone – Monitillo

h 18:00 | Romagna – Teamnetwork Albatro 23-21 (p.t. 11-8)
Romagna: Bulzamini D. 1, Bulzamini G, Ceroni, Manuele Folli 4, Matteo Folli, Cavina, Errante, Caroli, Tassinari D, Santilli 4, Vanoli 2, Dall’Aglio 8, Rossi 3, Tassinari F. 1. All: Domenico Tassinari
Teamnetwork Albatro: Adler, Mincella, Dedovic 6, Giannone 1, Calvo A. 1, Calvo M. 4, Ragusa 1, Conigliaro 2, Di Stefano 2, Bianchi, Murga 2, Brancaforte 1, D’Alberti 1, Vinci. All: Giuseppe Vinci
Arbitri: Iaconello – Iaconello

h 20:00 | Junior Fasano – Pressano 23-25 (p.t. 11-11; s.t. 21-21)
Junior Fasano: Fovio, Giannoccaro 2, De Santis L, De Santis P, Maione 2, Messina 2, Brzic 3, Rubino 1, Cedro, Raupenas 4, Taurian 2, Costanzo 1, Riccobelli 6, Marino. All: Francesco Ancona
Pressano: Sontacchi, Bolognani 3, Chistè W. 3, Chist D, D’Antino 1, Di Maggio 4, Moser, Giongo 6, Sampaolo, Alessandrini 1, Da Silva 5, Polito 2. All: Branko Dumnic
Arbitri: Chiarello – Pagaria

post

La Pallamano

La squadra di pallamano e’ composta da 7 giocatori piu 5 riserve che possono entrare in qualsiasi momento per sostituire il titolare. Lo scopo della squadra e’ di segnare un goal nella porta avversaria, e parafrasando il calcio, il calcio d’inizio viene fatto a centrocampo. Stessa cosa quando si segna il gioco riprende da li. Il campo di gioco misura 40 m di lunghezza per 20 di larghezza, le porte si trovano al centro della linea di fondo e misurano 2 m di altezza per 3 m di larghezza.

L’area di porta ha una forma semicircolare delimitata da una linea distante dalla porta 6 m. Un’altra linea parallela alla linea dell’area di porta c’e’ una linea tratteggiata a una distanza di 3 m da essa e chiamata linea del tiro di punizione o tiro franco. Invece lunga 1 metro e a 7 metri dalla porta c’e’ la linea del tiro di rigore.

Per quanto riguarda la partita in se sono previsti 2 tempi di gioco di 30 minuti per la categoria maschile e di 25 per quella femminile, l’intervallo e’ di 10 minuti. Di 5 minuti invece sono i due tempi supplementare in caso di parità dell’incontro. Come nel Basket esiste il Time Out cioè la squadra può laddove è necessario chiedere una sospensione di gioco per 1 minuto a tempo. Durante la partita sicuramente ci saranno delle infrazioni principali e l’arbitro assegna un tiro di punizione che viene eseguito dal punto in cui e’ stato commesso il fallo, con i difensori devono almeno a 3 m di distanza. Se la punizione viene commessa nella zona tra i 6 e 9 metri, il tiro viene eseguito dalla linea dei 9 metri.

Nei casi più gravi a giudizio dell’arbitro può espellere il giocatore dal campo per due minuti. Poi c’e’ il rigore; il rigore viene tirato dalla linea dei 7 metri viene assegnato solo per i falli ritenuti gravi come ad esempio un giocatore ostacola un avversario durante un’azione. Altri casi del rigore e’ quando un’attaccante passa intenzionalmente la palla al portiere, e il portiere rientra nell’aria di porta con la palla al di fuori dell’area stessa oppure esce dall’area con il possesso della palla. Durante il tiro del rigore il portiere può avanzare fino alla linea dei 4 m.

Le principali infrazioni sono:

  • Passi: non si possono fare più di 3 passi con la palla in mano
  • Non si può tenere la palla in mano per più di 3 secondi senza palleggiare.
  • Non e’ ammesso colpire volontariamente con i piedi
  • E’ vietato trattenere l’avversario cinturarlo, spingerlo, buttargli addosso la palla, colpirlo in maniera pericola.
  • Non e’ ammesso gettarsi sulla palla che rotola.

I ruoli principali di questo sport sono:

  • Portiere: difende utilizzando tutto il corpo la porta dall’attacco avversiare
  • Pivot: Sta in posizione centrale con il compito di intercettare i palloni e andare al tiro
  • Centrale: Imposta il gioco e supporta il pivot nelle azioni d’attacco.
  • Terzino: va molto spesso al tiro
  • Ala: Gioca nelle fasce più esterne del campo.
post

Tattica di gioco della pallamano

Sicuramente la tattica di gioco e’ fondamentale per una squadra di questo sport (ma anche di altri).

Per tattica di gioco si intende la posizione esatta corretta dei giocatori (sia in attacco che in difesa)

e permette di applicare sia la tecnica che la tattica di ogni atleta.

Tutte le formazioni professionistiche e non hanno una tattica di gioco ce ne sono di svariate, e ogni formazione ne sceglie e cambia in base alla difficoltà della partita che deve disputare. La tattica e’ divisa in una serie di elementi

Inanzitutto dovra’ essere semplice e comprensibile

deve permettere l’esecuzione delle funzioni razionali del giocatore.

Dovrà essere molto efficace in zona d’attacco, in zona difensiva, ma anche nello sviluppo di gioco

Proveremo a spiegare le tattiche applicate alla difesa e all’attacco:

La fase d’attacco:

Ogni attaccante dovrà conoscere la propria zona da coprire sul campo dovra’ spostarsi di continuo cercando di rimanere liberi senza che il difensore lo intercetti quindi cambiando di posizione molto velocemente.

Si deve far spesso trovare dai compagni ed evitare passaggi inutili.

In fase offensiva ogni giocatore controlla una parte della zona d’attacco di sua competenza.
La circolazione della palla è velocissima e ne consegue che la squadra deve essere ben preparata nella tecnica dei passaggi. A questo punto avverranno, con determinanti criteri, scambi tra giocatori (un giocatore prende il posto dell’altro), lateralmente o in profondità, veli, blocchi, ecc.
In questa fase lo scopo del gioco d’attacco è quello di creare le condizioni per il tiro finale a rete, spiazzando la difesa.

La fase di difesa:

Un’altra fase molto importante come in quasi tutti i giochi di squadra e’ la difesa. A differenza di altri sport qui difende tutta la squadra invece che singoli giocatori, e difendono fino a che l’avversario rimane in possesso di palla.

Ovviamente l’avversario non dovrà mai avere la possibilità di avvicinarsi alla porta senza trovare almeno un difensore davanti.

La difesa deve disturbare il portatore di palla costringendolo a spostarsi lateralmente per impedire

cosi i tiri dal centro diretti in porta.

Nella famosa difesa a uomo ogni giocatore sarà il responsabile di un determinato avversario.

La difesa a zona è una difesa applicata rispetto alla palla.
La linea dei difensori si dispone in modo da formare un blocco tra la porta e pallone. Sullo spostamento offensivo la difesa si muove lateralmente allo scopo di creare sempre un soprannumero difensivo davanti alla palla.

La difesa a zona può assumere un carattere più aggressivo o non aggressivo.

LA Francia Festeggi I Mondiali di pallamano con Holland

La festa all’Eliseo per festeggiare il mondiale di pallamano è iniziata con un selfie di giocatori Holland.

I francesi hanno conquistato il titolo con la vittoria sul Qatar a Doha. una tripletta senza precendenti quella messa a segno dai francesi con la vittoria agli Europei, Olimpiadi e Mondiali.
“Se siete sempre voi a vincere è perché avete Talento, Tecnica e Unità di squadra”. Afferma Holland che al termina il discorso con una battuta “un pensiero va a chi vi deve affrontare, sarà snervante vedervi vincere ormai da 20 anni.”

Tripletta che proveranno a ripetere a Breve con i prossimi Europei di Polonia e con le Olimpiadi di Rio.