post

Consigli sulla scelta di un personal trainer

Come riconoscere quelli seri?

Quella di affidarsi ad un personal trainer sta diventando una moda ormai, tutte le palestre danno la possibilità di affittare i propri, tra l’altro dietro un cospicuo corrispettivo. A queste, troppo spesso, non interessano troppo le competenze dei PT, l’Importante è che i clienti paghino.

Una buona prassi per capire se è competente è quella di chiedere informazioni circa il PT, magari chiedendo un Curriculum vitae o facendo una ricerca su internet. Tuttavia informarsi solo sui titoli di studio o corsi di formazione è abbastanza limitativo, la cosa migliore è fare attenzione all’esperienza fatta sul campo. Solitamente i PT chiedono un compenso di 50 euro comprensivi di iva, inoltre se svolgono quest’attività a livello professionale avranno una partita iva e un’assicurazione. Comunque uno degli aspetti più importanti è vedere come allena, dovrebbe seguire una certa linea professionale imponendo il suo volere e non allenarvi come voi vorreste.

 

Certificazioni Personal Trainer

Considerando il fatto che il PT non è una figura riconosciuta e quindi basterebbe non andare contro la legge e dichiarare le entrate, i certificati più importanti sono una laurea in scienze motorie e di notevole interesse sono anche gli attestati di partecipazione ai corsi organizzati dalle federazioni del CONI e dagli enti riconosciuti.

 

Il supporto psicologico del PT

Un ottimo personal trainer dovrebbe comprendere le necessità del proprio cliente, cosa molto difficile perchè quello che lui dice costituisce una parte minima! Dovrebbe capire che la persona che sta allenando non è proprio un atleta agonista, quindi dovrebbe esser consapevole e saper modulare le fasi di allenamento anche rispetto alla vita quotidiana di quest’ultimo.

 

 

 

39_3_3307

(crise de colique hépatique) et uniquement dans ce cas, consiste en l’ablation de la vésicule biliaire.

Cette opération se fait maintenant par laparoscopie, c’est à dire que l’on ne réalise plus, pour atteindre la vésicule biliaire, qui est sous le foie, une grande incision de la paroi abdominale, mais des petits trous qui servent à introduire: premièrement, une caméra (orifice de 10mm); deuxièmement,
michael kors nuovo arrivi, un instrument pour soulever le foie et exposer la vésicule biliaire (un orifice de 5mm); troisièmement, des instruments servant pour la main droite et la main gauche (un orifice de 10mm et un de 5mm),
chanel accessori chanel scarf, et ainsi tenir et exposer les différents éléments à contrôler qui sont l’artère du canal biliaire de la vésicule et le canal biliaire. Ces éléments sont ensuite coupés à l’aide de ciseaux après avoir été l’une coagulée et l’autre noué. La vésicule est placée dans un sac et sortie par le nombril. Cette intervention, réalisée de manière programmée, est actuellement parfaitement standardisée et ses différents risques peuvent être gérés au mieux.

Ainsi du risque hémorragique (dont la fréquence est inférieure à 0,1% des cas de cholécystectomie) car une artère a été liée ou coagulée: une surveillance du patient d’environ 6heures après l’intervention est nécessaire pour vérifier l’absence de survenue d’une hémorragie. La prévention des douleurs,
borse chanel 2015, nausées et vomissements, réveil incomplet, qui étaient fréquentes après cette opération, est réalisée par un traitement souvent très anticipé et adapté, et qui permet au patient de retrouver rapidement toutes ses facultés, et de pouvoir rentrer à son domicile le soir même de son opération.

Cette gestion des risques et cette maîtrise des suites opératoires, sources de handicap pour le patient, lui permettent un retour sécurisé et confortable à son domicile.

La prise en charge de cette intervention peut donc être maintenant optimisée pour le plus grand bien du patient. En effet, les risques de rester à l’hôpital (infections nosocomiales, phlébite: caillot dans une veine de la 相关的主题文章:

39_3_1345

de Moï Wer se situent à la croisée de la recherche photographique formelle,
chanel 2.55 borse chanel 30226, du surréalisme et du photoreportage. Mort en 1995, en Israël, le Lituanien Moses Vorobeichic (son vrai nom) avait fréquenté Fernand Léger qui préfacera son livre. Intitulé sobrement Paris, celui ci lui apporte une certaine renommée et lui permet de publier dans Vu, Paris Soir et Arts et métiers graphiques. En 1929, Moses, dit Moï Wer, retourne dans son pays et en rapporte des images qui figureront dans Un ghetto à l’Est, Vilnius, ouvrage publié en 1931. La même année, il travaille à son chef d’uvre,
chanel 2013 new, Ci Contre, dont il conçoit tout : titre, mise en page, choix des caractères. La maquette originale que la FHCB expose montre des photos sans rapport entre elles en regard sur chaque double page : rails et racines, bananes et canalisations, oranges et briques, etc. Leur confrontation forme comme des rébus oniriques. Moï Wer fait appel à la technique de la surimpression qui permet de fondre en un ensemble cohérent des sujets hétérogènes , comme l’écrivait le photographe Lszl Moholy Nagy. La maquette de Ci Contre,
chanel portafogli, perdue, puis miraculeusement retrouvée, avant d’être acquise en 1968 par deux collectionneurs allemands, Ann et Jürgen Wilde, sera éditée en 2004. Moï Wer, qui abandonne son pseudonyme dans les années trente, ne verra jamais son livre terminé.

la Fondation Henri Cartier Bresson jusqu’au 23 décembre 2012 11 30

Savez vous faire l’amour courtois ? Après le livre d’Umberto Eco et le film de Jean Jacques Annaud, le Roman de la Rose est devenu l’un de ces mythes que tout le monde connaît sans savoir de quoi il s’agit. Il résume pourtant tout ce qu’était Eros dans l’univers médiéval. D’où l’intérêt de la trentaine de vénérables volumes, composés entre le XIVe et le XVIe siècles, que la BNF sort de ses coffres. Sublimement illustrée, l’histoire imaginée par Guillaume de Lorris et Jean de Meun s’y déploie comme une promenade : l’exposition suit le fil du récit, prenant le temps d’en raconter les étapes à ceux qui ne la connaissent pas ou ne 相关的主题文章:

39_3_583

Il regarda l’individu verser de l’eau sur la serviette entourant le visage de la femme ligot qui se tordit pour essayer de se d Il comprit ce qui en train de se passer,
michael kors bedford astor.

Le liquide traversait la serviette et coulait tout droit dans sa bouche et son nez. Au d elle pourrait voler quelques bouff d’air en s’effor de ne pas avaler d’eau, mais ne durerait que quelques secondes. Ensuite le sentiment d’ l’emporterait, lui faisant perdre tout contr La t inclin vers le bas pour que la gravit contribue prolonger le supplice. Cela revenait se noyer sans immerg L’homme s’arr de verser.

Ce texte fait référence à l’édition

Cassiop Vitt est kidnapp apr avoir d une tr ancienne lampe contenant du p Ni Yong, une vice premier ministre charg de la lutte contre la corruption, vient demander des comptes Pau, un ancien dignitaire r en Belgique. Leur rencontre se termine en fusillade. Le fils d’un g russe travaillant pour les Chinois dans le domaine de la recherche p disparaît myst Ainsi d une suite d’aventures compliqu qui entraînera Cotton Malone,
chanel 2.55 borse chanel 28668, ancien agent secret reconverti en libraire, et son amie Cassiop au beau milieu de la Chine, sur le site de l’arm de soldats enterr puis au mausol de l’empereur Qin Shi et finalement dans un monast cach aux confins du Pakistan, si de la confr secr mais toute puissante du Ba.

Steve Berry a le don de concocter des thrillers intelligents selon une recette on ne peut plus originale : beaucoup d’aventures, d’action, de d g une grande louche de r politique actuelle et une bonne dose d’ ou paradoxaux de la petite Histoire d’un pays,
chanel 2.55 borse chanel 30226, ici, en l’occurrence la Chine. Bien entendu, côt de tous ces grands sujets passionnants, les histoires de bagarres, poursuites et fusillades la James Bond en deviennent presque secondaires. A noter, une d rare et pleine d’honnêtet de la part de l’auteur : en fin de volume, Berry pr ce qu’il y a de vrai et d’authentique et ce qui est invent voire dans son histoire. On aimerait que d’autres auteurs s sur le même cr (Dan Brown ?) aient le courage de l’imiter. 相关的主题文章:

post

I consigli di Giovanni Marion per una giusta alimentazione

Giovanni Marion esperto atleta multi disciplina sforna i suoi consigli per la corretta alimentazione prima dell’allenamento. L’alimentazione deve essere parte integrante della disciplina sportiva. Seguire un corretto regime alimentare fa parte delle buone abitudini da acquisire per il mantenimento della forma fisica e del miglioramento delle prestazioni sportive.
Una buona alimentazione aiuta a sopportare meglio l’intensità della disciplina e aiuta a recuperare più in fretta la fatica dell’allenamento. Il mantenimento costante dei livelli di glicemia contribuisce al corretto funzionamento cerebrale.
I pasti prima di un allenamento devono garantire le sufficienti calorie per l’attività, ma sempre mantenendo sotto controllo la quantità e la qualità del cibo ingerito. Assolutamente vietato iniziare ad allenarsi a stomaco vuoto.

Non va considerato solo il pasto prima dell’allenamento, ma l’insieme dei nutrienti ingeriti nel corso della giornata. Per una buona alimentazione i pasti da conseguire in una giornata sono 5: colazione, snack di metà mattina e di metà pomeriggio, pranzo e cena. Prima di una sessione di allenamento si devono sempre considerare anche le tempistiche della digestione e della metabolizzazione del cibo introdotto.

La colazione non deve essere mai considerata un optional, ma piuttosto un pasto a tutti gli effetti anche se leggero. È da preferire una colazione a base di fette biscottate e marmellata accompagnate da una bibita calda come il té o il caffè.

Sono importantissimi gli alimenti ricchi di Omega3 come il pesce e gli oli, ma anche gli aminoacidi essenziali offerti da carne, pesce, uova o legumi. Grassi e proteine vanno bilanciati nella dieta giornaliera. I carboidrati sono un elemento importante nella dieta di uno sportivo offrendo in modo rapido le energie necessarie per l’attività.

Per quanto riguarda la frutta, essa è caldamente consigliata in quanto ricca di liquidi soprattutto nel post allenamento, purchè non sia troppo zuccherina.

In genere nelle ore che precedono l’attività fisica si consiglia l’assunzione di un pasto leggero che conti all’incirca tra le 200 e le 300 calorie. Lo spuntino può esser dato da un panino con il prosciutto, da della frutta, da uno yogurt o dal pane con la marmellata a seconda dei gusti. Da 3 a 4 ore prima dell’allenamento invece si può gustare un pasto più ricco come una pastasciutta al pomodoro o della carne accompagnata da verdura.

È importante assumere molti liquidi nell’arco della giornata per mantenere il corpo correttamente idratato. Preferibilmente assumere acqua naturale ed evitare le bibite a base di saccarosio. È sconsigliato il consumo non moderato di bevande alcoliche, che sono molto caloriche e causano disidratazione.

post

Running come allenamento per la pallamano

Il running, oltre ad essere uno sport completo di per sé, può essere considerato una buona attività di allenamento o di riscaldamento come supporto ad altre discipline sportive. La corsa va a braccetto con molte altre attività, per le sue proprietà note di aumentare la resistenza fisica e mantenere il corpo in allenamento per esempio durante i periodi della pausa estiva.

Il running può essere importantissimo anche in qualità di allenamento per la pallamano. La pallamano è uno sport di squadra che porta con sé elementi del calcio e del basket. Si tratta di una disciplina molto dinamica e veloce, che richiede un’ottima preparazione fisica. L’area di gioco è piuttosto ampia: un campo regolamentare di pallamano misura 40 metri per 20 metri. La corsa è parte fondamentale del riscaldamento degli atleti di pallamano, ma può essere parte integrante anche dell’allenamento.

Usare la corsa come allenamento per la pallamano può fare la differenza. È comprovato che la corsa continuata di circa 10 minuti migliora le prestazione aerobiche degli atleti, ma anche la capacità lavorativa stessa. Gradualmente gli atleti di pallamano possono praticare dai 3 ai 5 km di corsa per raggiungere poi distanze maggiori. L’importante è che per sport di squadra come la pallamano la corsa sia continua e ad andatura elevata.
Possono essere utili per questo sport anche degli scatti o accellerazioni in corsa vista la dinamicità della disciplina, che renda maggiormente reattivi gli atleti. Gli attacchi veloci sono un passaggio molto importante e spesso vincente per la pallamano, quindi potenziare la velocità degli atleti con la corsa può essere fondamentale.

La corsa permette al corpo di abituarsi alla fatica fisica. Essendo la pallamano uno sport molto attivo è fondamentale allenare il corpo alla fatica e alla resistenza. Il running in questo senso è l’allenamento perfetto, in modo particolare se praticato con costanza e verso obbiettivi sempre più importanti.

Per praticare la pallamano sono necessari arti ben sviluppati affinchè l’alteta abbia buona resistenza, velocità e coordinazione. L’allenamento delle gambe con la corsa è un metodo da prediligere.

Con il running il flusso sanguigno aumenta ossigenando i tessuti e i muscoli, gli equilibri termici, idrici e salini migliorano nettamente. I benefici fisici della corsa mantengono il corpo in forma e in salute. Innanzitutto la corsa aiuta a dimagrire e a consumare calorie. Il cuore è a minor rischio di infarto e diminuiscono le possibilità di diabete.

Dieta Dell’Atleta

Programmi alimentari giornalieri per gli atleti

image001

Per avere le migliori performance atletiche possibili dovete cominciare da un’alimentazione sana come più volte suggerito dal blog vailo.it. Infatti nutrirsi nel modo giusto è assolutamente essenziale affinché il vostro corpo funzioni al massimo della sua capacità.

Il punto chiave è adottare un’alimentazione ben bilanciata che consiste in carboidrati, proteine, vitamine, fibre e grassi buoni.

Inoltre dovete mangiare di più rispetto ad una persona media, ma assicuratevi di scegliere dei cibi salutari per avere i risultati migliori.

I fatti

Quando viene coinvolto in qualsiasi tipo di attività fisica in modo regolare, il vostro corpo richiede delle calorie aggiuntive per compensare le calorie bruciate durante l’allenamento.

In quanto atleti, dovete consumare molti carboidrati, proteine e grassi sani per avere così tanta energia e aumentare la capacità muscolare.Gli atleti adolescenti potrebbero aver bisogno di 2000 – 5000 calorie al giorno, secondo quanto riportato sul sito TeensHealth. Se siete atleti adulti, il vostro fabbisogno giornaliero di calorie cambierà a seconda dell’età, del genere, del tipo di corporatura e del tipo di attività che praticate.

Diversi pasti, diversa energia

image002

Mangiare in modo sano gioca un ruolo molto importante nel modo in cui il nostro corpo si comporta durante qualsiasi attività faticosa.Per esempio, senza un’adeguata quantità di carboidrati e grassi nella vostra alimentazione, i vostri muscoli non riceveranno l’energia di cui hanno bisogno per funzionare a livelli ottimali.

Seconda la Colorado State University, gli atleti di resistenza hanno bisogno che il 70% delle calorie giornaliere che assumono, arrivi da cibi alti in carboidrati come ad esempio patate e cereali.

La Colorado State University spiega che i carboidrati forniscono dal 40 al 50% del fabbisogno di energia durante le prime fasi di allenamento. Non avendo un preparatore atletico dovrete imparare a gestire autonomamente il vostro schema alimentare quotidiano, cercando di non fare errori.

Potete iniziare seguendo questi semplici punti, che saranno la base della vostra dieta:

  • Iniziate a calcolare regolarmente il numero di calorie che assumete ogni giorno
  • Documentatevi, fate qualche semplice ricerca per conoscere e capire le proprietà e le caratteristiche dei cibi che consumate
  • Giorno dopo giorno, regolatevi per comprendere il modo giusto in cui distribuire i diversi cibi e la frequenza dei pasti

Calcolo delle calorie

Questo è il punto più noioso, ma una volta fatto quello sarete a metà dell’opera. Non serve essere dei medici, vi basterà consultare delle tabelle caloriche di riferimento per scoprire la quantità di calorie che assumete ogni giorno.

Proprietà alimentari dei cibi

image003

Fate delle ricerche e documentatevi su carboidrati, proteine e grassi per scoprire a cosa servono e in quali cibi si trovano. Ricordate che i carboidrati devono avere preferibilmente un basso indice glicemico, per evitare picchi di zuccheri nel sangue.

Le proteine vanno consumate preferibilmente ogni tre ore. I grassi, ovviamente si parla di grassi sani, vanno mangiati nella prima parte della giornata e sono ottimi quelli che derivano dal pesce e dalle verdure.

Frequenza dei pasti

Potete avere i benefici che derivano dai livelli di energia in aumento semplicemente mangiando frequentemente durante il giorno. Mangiare ogni 2 – 4 ore, o l’equivalente di 4 – 6 pasti, è l’ideale per la maggior parte degli atleti. Facendo dei piccoli pasti più frequenti, riuscirete a soddisfare il fabbisogno giornalieri di calorie di cui ha bisogno il vostro corpo per allenarsi, manterrete alto il vostro metabolismo e renderete stabile il livello di zuccheri nel sangue.

Consumare cibi e bevande pieni di zucchero, come le bevande gassate, può causare picchi di zucchero nel sangue e non è assolutamente una cosa raccomandabile per gli atleti che fanno affidamento sulla resistenza o sulle fonti di energia prolungate.

Piano alimentare

image004

Colazione

La colazione è il pasto fondamentale, deve essere ricca ed abbondante.

Dopo aver dormito bene, a colazione avete bisogno di molti carboidrati e proteine.

I cibi che rappresentano una buona scelta includono la frutta, l’avena, i cereali integrali, il latte scremato, le uova, il bacon di tacchino e, in particolare per i vegetariani, prodotti a base di soia. La colazione vi aiuterà ad avere la giusta energia fin dall’inizio della giornata. Fare un piccolo spuntino ogni 2 – 3 ore dopo la colazione sarà utile per mantenere alti i vostri livelli di energia.

Pranzo

In quanto atleti, avete bisogno di un pranzo con poche calorie che consiste di frutta e cereali.

Anche un semplice piatto di pasta di solito è una buona scelta.

Anche una Caesar salad con pollo è un’ottima fonte di proteine, vitamine e minerali ed ha poche calorie.La cosa importante a ora di pranzo è massimizzare la quantità di nutrienti che consumate senza sforare col numero di calorie. Mangiate uno snack con poche calorie durante il pomeriggio.

Cena

L’ultimo pasto del giorno dovrebbe essere ben bilanciato e ricco di proteine, fibre, grassi sani, vitamine e carboidrati.Un esempio di menu efficace potrebbe essere petto di pollo, piselli, pane integrale o riso ed un frutto per dessert.Evitate di mangiare tardi, se fate una cena con tante fibre, vi aiuterà a tenere a freno la vostra fame prima di andare a letto. Insomma, come sempre, la chiave di tutto può e deve essere quella dell’equilibrio e della scelta di cibi sani. Stiamo parlando di atleti, come voi, la cui massima attenzione deve essere prestata al come, cosa e quando si mangi.

Provate a mangiare poco e spesso e a mangiare i cibi giusti, quelli con i nutrienti necessari per l’energia che consumate ogni qualvolta vi allenate.

Basta poco per essere migliori

post

Cronaca della partita Romagna Handball- Ssv Bozen 22-26

E cosi la finale scudetto se la ipoteca il Bolzano. Già perche’ con i 4 punti presi in questa giornata di andata vede il Bolzano con un piede nella finale. Nonostante il Romagna abbia giocato una partita splendida non e’ riuscita a fermare lo squadrone del Bolzano. Partita molto attesa dal pubblico che già un’ora prima affollava il Palasport di Castenaso, e davanti alle telecamere di Rai Sport vede una partenza dei bianconeri da urlo: infatti partono con un 2-0 dopo appena 3 minuti di gara.

Il primo quarto della partita e’ molto equilibrato tra le due squadre anche se il Bolzano e’ leggermente superiore e difatti il Romagna inizia a soffrire l’andamento atletico superiore degli avversari.

Al 16esimo minuto della gara Ceroni in contropiede firma il 6 a 4 per il Romagna, ma come detto prima inizia a farsi sentire la stanchezza e il Bolzano ne approfitta e dieci minuti piu’ tardi si trova sopra 7 a 12.
Il punto e’ che Bolzano non concede nulla al Romagna che non ci sta a una pesante sconfitta e cosi il Romagna spinge e accorcia le distanze infatti il punteggio al 36esimo minuto e’ di 11-16.

Ma gli ospiti sono più forti e mantengono i nervi saldi e si trovano nettamente sopra al 51esimo minuto con un parziale di 17-23, e il Romagna prova a reagire ma la stanchezza la fa da padrona. Insomma alla fine un’ ottimo Bolzano che ha sempre controllato il vantaggio finisce la partita con un 22-26. Il pubblico ha comunque applaudito i padroni di casa per l’ottima prova fatta nonostante la sconfitta e per la buona prova ottenuta.

post

Carpi, Trieste, e Siracusa in semifinale maschile.

E cosi’ siamo arrivati alle semifinali. Ma senza dubbio possiamo affermare che sarà una 3 giorni molto appassionante per gli amanti della Pallamano. Infatti oggi alle 18.30 inizieranno le semifinali del campionato di Serie A maschili con le squadre Trieste-Carpi che si sfideranno per un posto in finale. Tutto questo senza scordare che c’e’ anche il raduno della Nazionale in vista delle qualificazioni di Euro 2018.

Le squadre che hanno raggiunto le semifinali esattamente sono Terrauilia Carpi (seconda nel girone B) Pallamano Trieste (seconda nel girone A) e Albatro Siracusa (seconda nel girone C). Ora veniamo all’aspetto tattico infatti la grinta di Oveglia a far vincere Trieste battendo Pressano e raggiungendo il secondo posto.

Trieste ha avuto anche la fortuna di poter contare sui giocatori che quest’anno hanno fatto la differenza come Dapiran e Radojkovic oltre al recupero del portiere della nazionale Postogna infortunatosi gravemente a inizio stagione per la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro.

Cosi Trieste avrà la formazione al completo e potrà sfidare Carpi senza preoccupazioni, al contrario di Carpi che ha pagato il passo falso perdendo nella partita di Imola e scendendo al secondo posto. Infatti la squadra emiliana dovrà dare il massimo per vincere e riottenere il primato in questo triangolare. Ricordiamo che tutte le gare come detto prima iniziano alle 18.30 e si giocheranno sul campo unico di Chieti.

Si inizia con Trieste-Carpi mentre domani ci sara’ Siracusa contro chi perderà oggi e sempre Siracusa domenica affronterà la vincente di oggi.

post

Due parole sull’allenatore dell’Italia della pallamano

Nato in Istria in un piccolo villaggio chiamo Orsera Lino Červar inizialmente fece tutt’altro lavoro infatti nel 1971 fu’ un insegnate di lingua croata all’università di Pola. Nel 1983 si laurea giornalista e lavora nella scula elementare di Cittanova ma allo stesso tempo divenne caporedattore del giornale locale della città di Umago. Qui ad Umago inizia ad allenare la sua prima squadra di pallamano esattamente gli Juniores.

Dopo di che inizia ad allenare i Seniores del Cittanova. Pero’ decide di tornare nella suo club d’origine l’Umago e riprende in mano la squadra portandola dalla quinta alla prima lega della Jugoslavia. Quindi arriviamo in Italia e diventa nel 1994 selettore della nazionale italiana e addirittura più in avanti responsabile di tutte le sezioni sia maschile che femminile.

Nel 1997 si aggiudica un posto per il Campionato mondiale in Giappone, e arrivano le prime vittorie con la medaglia d’argento ai Giochi del Mediterraneo. A questo punto l’allenatore decide di voler tornare in Croazia per allenare lo Zagreb. Incredibilmente ritorna in Italia ad allenare Prato e Conversano e qui finalmente altre vittorie conquistando la Coppa Italia e per ben 2 volte il titolo di Campione d’Italia.

Visto le sue vittorie in Italia decide di ritornare in Croazia come selettore ed allenatore della nazione e qui inizia un percorso notevole di cui ora vi elenchiamo: vincitore Campione olimpico, campione del mondo, due volte vice campione d’Europa. Nel 2003 si presenta alle elezioni e viene eletto nel parlamento croato.